Piccola guida per districarsi tra offerte nelle ristrutturazioni edilizie

Oggi giorno complice anche la crisi economica siamo bombardati da offerte nelle ristrutturazioni edilizie di ogni tipo e genere, che minano e disorientano le nostre scelte.

Premetto che penso che nessuno regali nulla almeno in ambito lavorativo e professionale, quindi qualunque transazione ha il suo tornaconto, che possa essere economico, d’immagine o altre situazioni che stregoni del marketing hanno ideato. C’è un vecchio detto che recita “Mangia quello che dico io e paghi quello che vuoi tu, oppure mangia quello che dici tu ma paghi quello che dico io”: si può riassumere cosi la differenza tra offerte e non. Di solito le offerte sono dei pacchetti poco equilibrati che tendono ad essere vantaggiosi per alcuni fattori e completamente sconvenienti per la restante parte.

Basti immaginare i vari profili telefonici che fuoriescono ogni mese che pur accontentando in un verso offrono un insieme di cose che alla fine magari non servono… Tornando al nostro settore, molto sovente leggiamo offerte di ogni tipo, ad esempio bagni completi a partire da un prezzo x per poi scoprire che il pavimento o rivestimento inclusi non bastano nemmeno per una parete e sentire cifre spropositate per il restante materiale occorrente o ancora rifacimenti di appartamenti a prezzi fissi al mq. Già questo dovrebbe apparirvi come un campanello d’allarme: vi sembra possibile che ristrutturare un appartamento al piano terra costi lo stesso di uno ad un 5° piano senza ascensore con spazi angusti? Il top credo di averlo letto in uno di quei siti di sconti, dove vi tinteggiano casa con 89 euro o giù di lì, salvo poi dirvi che prima ci sono delle lavorazioni da fare che vanno pagate a parte, insomma sempre la solita storia, nessuno regala nulla.

Queste più che offerte sembrano trabocchetti per attirare persone non esperte del settore che abbagliate dal prezzo basso e leggendo parole forvianti non capiscono che le stesse sono incomplete, fino a quando non si è nei loro uffici e si scopre che le lavorazioni non menzionate costano quanto l’intera casa e a volte ci sono voci omesse nel preventivo iniziale e presentate alla fine come extra.

Ora, se non appartenete alla categoria di persone che vogliono un bagno con una sola parete rivestita o a persone che vogliono rifare la casa senza il bisogno di avere ovunque il pavimento, sicuramente queste offerte non fanno al caso vostro e possono essere una grande perdita di tempo.

Come fare per districarsi in questa giungla di offerte?

Buona regola sarebbe affidarsi a dei tecnici di vostra fiducia, architetti, ingegneri e così via, che vi aiutino nella scelta e nel selezionare nella marea di offerte oppure cercare aziende che siano sul mercato da anni, che siano visibili, che siano un minimo conosciute, visto che, se sono da tanto sul mercato non sarà stato facendo bidoni. Tenete anche presente che oggi su internet è difficile fare i furbi e se ci sono problemi si è subito sotto i riflettori, le aziende serie tengono alla loro immagini e più che ai soldi stessi e non spaventatevi dall’immagine, non sempre le grandi aziende hanno prezzi fuori mercato quindi non ci saranno grosse differenze con altri, mentre se trovate offerte molto più basse forse è lecito farsi venire qualche dubbio.

Andatele a trovare in sede, chiedetegli dove hanno lavorato, per un azienda sana è solo un vanto mostrare i propri lavori e parlarvene, sedetevi e guardate con loro ogni aspetto del lavoro, sfruttate le loro conoscenze e mettete tutto per iscritto.

Naturalmente un lavoro non fatturato è impossibile da contestare e non potreste neanche approfittare degli sgravi fiscali che arrivano fino al 65% per interventi di risparmio energetico e 50% per  ristrutturazioni.

Come fare la scelta finale?

Scegliete chi vi trasmette più fiducia ed ovviamente vi fornisce maggiori garanzie. Lanciatevi in questa nuova avventura ben equipaggiati e non senza paracadute! Se quello che cercate è un preventivo senza trucchi, contattateci! Un preventivo è sempre gratuito.

Lascia i tuoi dati ti ricontatteremo noi.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

“Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003”

Porte per alberghi a casa tua, perchè nò?

Negli hotel è più che mai necessario creare ambienti accoglienti e funzionali, ma che contemporaneamente garantiscano alti livelli di protezione e comfort. Da oggi l’esperienza acquisita nel settore alberghiero e turistico-ricettivo per quanto riguarda le porte è disponibile anche a casa tua. L’alta qualità ed affidabilità delle porte prodotte per settori professionali sarà disponibile anche per te.

Ti starai chiedendo perché tu debba avere un prodotto altamente professionale duraturo e di impatto estetico all’interno della tua abitazione? Quello che noi ci chiediamo è “perché no?!”

Perché per un prezzo leggermente più alto non scegliere delle porte pensate per resistere nel tempo, per un uso continuo ed intenso, progettate tenendo in considerazione il comfort e la durabilità ed utilizzando materiali di altissima affidabilità. Oggi hai la possibilità, con un piccolo investimento, di avere una qualità senza paragoni, acquistando un’esperienza di anni di produzione di porte “professionali”. Sono porte all’apparenza esteriore uguali al resto delle altre, ma la differenza è nell’alto contenuto tecnologico, come la resistenza al fuoco di alcuni modelli da montare magari in cucina e come l’alto isolamento acustico per bagni e camere da letto.

Collaboriamo con un’azienda italiana che lavora da anni principalmente nel settore turistico-ricettivo e grazie a loro potrai portare a casa tua una qualità senza paragoni, porte solide pensate per durare a lungo, con cerniere in acciaio a scomparsa e serratura con aggancio magnetico in dotazione base. Inoltre, parliamo di porte personalizzabili con migliaia di combinazioni differenti e nulla di precostituito, una porta fatta sulle tue esigenze e quelle della tua abitazione.

Non dimenticare delle detrazioni per ristrutturazione edilizie del 50% e ricorda che con un finanziamento potrai pagare anche in comode rate.

Se sei curioso di conoscere il costo, comprensivo di trasporto e montaggio, contattaci : il preventivo è sempre gratuito!

Questo servizio è attivo nelle province campane di Caserta, Napoli, Avellino, Salerno, Benevento e nel basso Lazio (Latina).

Lascia i tuoi dati e ti ricontatteremo.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo cellulare (richiesto)

Il tuo messaggio

“Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003”

 

Opere Pubbliche: Expo 2015

Le opere pubbliche realizzate in occasione dell’Expo 2015 a Milano hanno creato scalpore sia per la loro imponenza sia per i ritardi e gli sprechi accumulati. Circa 1 milione di metri quadri di estensione, un team di professionisti internazionali, come Stefano Boeri, Ricky Burdett, Jacques Herzog, William Mc Donough, Joan Busquets, ed un progetto di dimensioni colossali che si sviluppa su due assi ortogonali, che richiamano il Cardo e il Decumano di una città romana circondata da spazi verdi e dall’acqua, quasi come un’isola: un’opera pubblica che senza dubbio rimarrà negli annali. La struttura del sito espositivo di Expo Milano 2015 rappresenta e sviluppa il Tema dell’evento ovvero “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Le due direttrici riprendono l’allineamento storico del Parco Sempione: il Decumano, con una larghezza di 36 metri e uno sviluppo di 1,5 chilometri, si muove dal centro verso la periferia, il Cardo, con i suoi 350 metri, rappresenta l’unione dell’anello dei parchi.

opere pubbliche expo 2015

Per tutto il periodo dello svolgimento della manifestazione, dal 1 maggio al  31 ottobre 2015, la circolazione su Cardo e Decumano sarà solo pedonale, ad eccezione dei mezzi di servizio e di soccorso.

L’intera manifestazione si propone come un giro del mondo emozionate e ricco di sorprese. Ogni Padiglione è un viaggio nella cultura e nelle tradizioni di un popolo, soprattutto nei profumi e nei cibi. Attrazioni, spettacoli, architettura, design, sapori, natura e scienza si uniscono in un unico spazio espositivo che rappresenta una delle maggiori opere pubbliche italiane. L’evento è destinato ad avere ripercussioni positive sul territorio, in particolare sul turismo.

Durante la realizzazione delle opere pubbliche descritte, non sono mancate le critiche e i malumori, soprattutto quando è parso che le infrastrutture non sarebbero state pronte per tempo. L’insufficienza delle aree di parcheggio è stata una delle prime criticità da affrontare. L’operazione “camouflage” destinata a tappezzare le zone non finite nei tempi previsti testimonia che l’ingranaggio si è bloccato in qualche punto, ma non sta a noi scoprire le motivazioni. La magistratura è già presente sulla questione e farà ulteriore luce a breve.

Crediamo che la progettazione non debba essere fine a sè stessa, ma servire ad uno scopo, ad una funzione e tutto deve essere visto con l’occhio realizzativo e di cantiere. Ci duole constatare che molte volte chi progetta non ha grandi esperienze esecutive ed è da questo che nascono una serie di problematiche esecutive da risolvere contemporaneamente allo svolgimento dei lavori.

Da questo si evince l’importanze della comunicazione e dell’intervento di tutte le figure all’interno della progettazione per avere fin dalla fase iniziale un riscontro reale sulle problematiche da affrontare. Questo è quello che facciamo dal 1999: interfacciarci con i vari progettisti, immaginare il lavoro finito e segnalare le varie criticità che si possono riscontrare durante la realizzazione.

Queste capacità acquisite in più di un decennio, realizzando le opere pubbliche piu disparate tra loro, hanno permesso di accumulare un’esperienza tale da poter affrontare per tempo e porre rimedio ancor prima di cominciare un’opera, potendo affermare che la realizzazione sarà senza sorprese. Di solito i costi elevati non derivano tanto da una variante ma dai tempi e dalle spese che si sostengono sui cantieri. Immaginate operai mezzi fermi in attesa di una modifica: mentre i giorni passano i costi restano.

Noi abbiamo un’esperienza maturata in quasi 20 anni nelle gestione delle grandi opere su tutto il territorio nazionale che ci permette di essere il partner solido ed ideale nella realizzazione di opere pubbliche che stai  cercando. Contattaci!

Lascia i tuoi dati e ti ricontatteremo.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo cellulare (richiesto)

Il tuo messaggio

“Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003”

Aprire un bed & breakfast: come ristrutturare il tuo appartamento

La richiesta di soggiorni presso B&B è in costante crescita in Italia. Anche tu hai pensato di aprire un bed & breakfast e non sai come ristrutturare il tuo appartamento? Un bed & breakfast è un modo sicuro e redditizio di affittare le stanze inutilizzate della tua abitazione: potrai guadagnare e conoscere sempre persone nuove. Che ne pensi?

Secondo la normativa vigente, costituiscono attività ricettive a conduzione familiare ovvero bed & breakfast le strutture ricettive gestite da privati che utilizzano parte della propria abitazione, con periodi di apertura annuali o stagionali e con un numero di camere e letti limitati, sulla base di leggi regionali di settore o di regolamenti comunali specifici. Quindi la prima cosa da fare è consultare la specifica legge regionale in materia.

Tutte le Regioni chiedono che gli immobili utilizzati per il B&B siano in regola con i requisiti urbanistico-edilizi, igienico-sanitari e di sicurezza prescritti per le abitazioni. E’ prevista una superficie minima in rapporto ai posti letto e gli ospiti devono poter accedere alla propria stanza senza attraversare le zone destinate alla famiglia.
Anche i bagni devono offrire attrezzature minime e almeno un bagno ad uso esclusivo degli ospiti quando viene superato un certo numero di camere o posti letto. Talvolta è richiesto che il titolare del B&B abbia la residenza (o il domicilio durante il periodo di apertura del B&B) presso la struttura; è quantomeno necessaria la completa reperibilità.

Bisogna rendere l’ambiente accogliente: chi scegli di viaggiare soggiornando nei bed & breakfast sceglie di convivere con le persone del posto, di condividere lo stile di vita del luogo, si aspetta quindi un’accoglienza calorosa. Sarà importante avere un’ampia sala per fare colazione insieme e magari anche una sala TV.

Affittare una o più camere della propria abitazione è non solo conveniente dal punto di vista economico, ma anche molto stimolante dal punto di vista umano: si conoscono persone da tutto il mondo, si fa amicizia e si scambiano esperienze. Sfruttare parte della propria casa come B&B lascia maggiore libertà rispetto ad un affitto fisso e permette di non avere obblighi contrattuali.

Dunque cosa aspetti? Contattaci per un preventivo gratuito per trasformare le tue stanze inutilizzate in una fonte di reddito sicura e duratura!

Lascia i tuoi dati e ti ricontatteremo.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo cellulare (richiesto)

Il tuo messaggio

“Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003”