Come scaricare le spese dell’affitto nel 730

Sapevi che in quanto affittuario puoi ottenere detrazioni fiscali e come scaricare le spese dell’affitto nel 730? Chi vive in affitto, infatti, può godere di una serie di detrazioni fiscali di ammontare diverso a seconda del contratto di locazione e del reddito.

È dedicata proprio agli inquilini che possono scaricare il canone di locazione nella denuncia dei redditi la sezione V del 730, sia precompilato sia ordinario. Ma vediamo chi sono coloro che hanno diritto alle detrazioni ed il loro ammontare.

I contribuenti che hanno stipulato o rinnovato il contratto di locazione di immobili destinati ad abitazione principale hanno diritto ad una detrazione fiscale pari a:

  • 300 euro se il reddito complessivo non supera i 15.493,71 euro;

  • 150 euro se il reddito complessivo supera i 15.493,71 euro ma non va oltre i 30.987,41 euro.

Chi invece ha stipulato contratti di locazione a canone convenzionale, la detrazione fiscali è pari a:

  • 495,80 euro se il reddito complessivo non supera la soglia di 15.493,71 euro;

  • 247,90 euro se il reddito complessivo è superiore a 15.493,71 euro, ma non alla soglia di 30.987,41 euro.

Inoltre, possono beneficiare di detrazioni fiscali anche gli inquilini di età compresa fra i 20 e i 30 anni che hanno stipulato un contratto di locazione per l’unità immobiliare da destinare a propria abitazione principale. La detrazione fiscale è temporanea in quanto spetta solo per i primi tre anni dalla stipula del contratto di locazione.

Rientrano nel novero delle spese di affitto scaricabili nel 730 anche quelle sostenute dagli studenti universitari iscritti a un corso di laurea di un’università situata in un Comune diverso da quello di residenza, ad almeno 100 chilometri di distanza.

Vi ricordiamo che sia per chi sceglie di usare il 730 precompilato sia per chi preferisce usare il modello ordinario, le spese di affitto sostenute per motivi di lavoro vanno indicate al rigo E72.

Ricorda anche che, seppur affittuario puoi usufruire delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni. Chiedici come!

L’estate è alle porte: la tua casa vacanze è pronta?

Anche la tua casa vacanza ha bisogno di manutenzione costante per essere sempre pronta e confortevole. Dopo un anno di chiusura, potrebbero essere necessari piccoli lavori di ristrutturazione prima di renderla di nuovo abitabile ed accogliente per l’estate. Una casa vacanze in prossimità del mare sarà spesso vittima degli agenti atmosferici e dell’aria salmastra; di conseguenza bisognerà valutare interventi di manutenzione ordinaria che prevengano futuri lavori più lunghi e costosi.

Noi possiamo curare per te tutte le fasi della ristrutturazione del tuo immobile, dalla progettazione alla direzione lavori, coordinamento sicurezza, pratiche catastali, certificazione energetica ecc.

Inoltre, se hai intenzione di affittare la casa vacanze in questione sappi che

In deroga a quanto stabilito dall”art. 19-bis1, lett. i), del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 secondo il quale è preclusa la detrazione dell’imposta sul valore aggiunto assolta in relazione all’acquisto ed alla manutenzione di immobili abitativi, si ritiene che gli immobili abitativi, utilizzati dal soggetto passivo nell’ambito di un’attività di tipo ricettivo (gestione di case vacanze, affitto camere, etc.) che comporti l’effettuazione di prestazioni di servizi imponibili ad IVA, debbano essere trattati, a prescindere dalla classificazione catastale, alla stregua dei fabbricati strumentali per natura.
Ne consegue che l’Iva assolta per le spese di acquisto e manutenzione relative ai suddetti immobili è detraibile.

Questo quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate con Risoluzione del 22 febbraio 2012 n. 18.

La tua casa vacanze necessiterà di controlli di manutenzione periodici per assicurare che tutto sia in ordine e ben funzionante prima dell’arrivo degli ospiti: in questo modo eviterai lamentele e al contrario otterrai solo recensioni positive.

Se quello che cercate è un preventivo senza trucchi, contattateci! Un preventivo è sempre gratuito.

Lascia i tuoi dati ti ricontatteremo noi.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

“Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003”

L’Importanza del budget nelle ristrutturazioni

Dopo aver parlato dell’importanza del tempo, siamo ad un altro elemento fondamentale: il giusto budget per le ristrutturazioni edilizie.

Molte volte, troppe, ci troviamo di fronte a clienti che non hanno le idee ben chiare su cosa vogliano o possono realizzare. C’è molta differenza tra ciò che si vuole e ciò che si può realizzare, ma andiamo con ordine.

Primo passo, anche se scontato, è cercare di capire la base di partenza da cui cominciare quindi decidere quanto dei propri risparmi si vuole o  si può investire nel progetto.

Secondo passo, verificata la cifra della quale di può disporre, si può fare un check-up finanziario, quindi in base al proprio reddito capire tramite finanziarie o banche la propria capacità di rientro dalla quale si evincerà l’importo finanziabile. Purtroppo il periodo economico attuale non rende facile l’accesso al credito e molte volte si vede svanire quanto sognato per un nonnulla, quindi si deve cercare di ottimizzare al massimo quello che si ha a disposizione. C’è differenza tra finanziarie e banche: le prime offrono di solito finanziamenti di piccoli importi, ma con grandi tassi d’interesse, senza chiedere in cambio garanzie, cosa diametralmente opposta per le banche che a fronte di garanzie offrono grandi importi a tassi più bassi. A questo punto, tra finanze personali ed acquisibili tramite finanziarie o istituti di credito, avremo una cifra sicura da poter destinare al progetto.

Il nostro consiglio è quello di riservare sempre una percentuale tra il 10% e il 20% dell’importo a varie ed eventuali per poi verso la fine del lavoro decidere di destinarli all’acquisto di qualcosa di speciale.

Ora che avete il vostro budget potrete confrontarvi con chi dovrà aiutarvi nella scelta di cosa e come realizzare, scegliendo e consigliandovi i materiali più giusti per avere ciò che si vuole senza sforare quello che avete.

Per fare ciò dovrete affidarvi a chi può avere sotto controllo tutto il processo produttivo e che abbia capacità ed esperienze idonee a portare a compimento il lavoro. Noi possiamo offrirvi certezza di costo, tempi e realizzazione, occupandoci sia della fase progettuale, della scelte dei materiali presenti nella nostra rivendita aziendale, sia della realizzazione di quanto deciso, tutto con un unico interlocutore. Nel nostro showroom saremo lieti di mostrarti le nostre soluzioni e fornirti un preventivo gratuito. Contattaci ora!

Oppure, lascia i tuoi dati ti ricontatteremo noi.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

“Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003”

L’importanza del tempo nelle ristrutturazioni e costruzioni

La fretta è una cattiva consigliera e lo è ancora di più quando si parla di ristrutturazioni e costruzioni o più in generale di edilizia.

Purtroppo l’abitudine comune è porre rimedio ad un problema solo quando diventa davvero improcrastinabile. Tutto questo è causa di scelte sbagliate con budget minimi o non adeguati a risolvere la problematica in maniera corretta, di doversi accontentare dei materiali che si trovano nei depositi, nelle prime aziende sottomano, tralasciando tanti fattori che affrontati con calma potrebbero essere risolti con estremi vantaggi per tutti.

Esempio lampante è un nostro cliente che è corso in azienda perché il guasto parziale che lo assillava da tempo era diventato totale. E’ iniziata così l’affannosa ricerca di materiali e altro necessario che si è rivelata insoddisfacente poiché la situazione di emergenza non gli ha permesso di prendere ciò che era specifico per le sue esigenze costringendolo a scegliere in fretta e furia senza poter valutare altri materiali o altre soluzioni che sarebbero state più soddisfacenti.

Cosa ben diversa sarebbe stato sedersi a tavolino, programmare l’intervento scegliendo i materiali migliori per le sue esigenze, ordinarli, per poi pianificare l’intervento di posa in opera, in modo da suddividere il budget in step creando cosi un finanziamento virtuale e dilazionando nel tempo le varie fasi.

Forse starete pensando che in quel momento non aveva la disponibilità economica per farlo eppure la stessa indisponibilità economica che aveva appena un minuto prima che il problema si presentasse non gli ha impedito di lanciarsi in un intervento costatogli tante volte di più, con risultati qualitativi ottimi se paragonati all’urgenza del problema, ma che in termini di gusto non erano per lui soddisfacenti.

Una proprietà immobiliare così come un auto o qualsiasi altro oggetto ha bisogno di manutenzione costante e senza dubbio la migliore delle soluzioni è programmare interventi per tempo di modo da evitare azioni dispendiose e problematiche dovute all’urgenza. Avvalersi della collaborazione di un’azienda specializzata e dei suoi esperti per fare uno screening degli interventi da effettuare, fissarli per tempo, scegliere i materiali che restituiscono quanto desiderato, ragionando sui budget e sui risultati da ottenere: questi sono solo alcuni degli aspetti positivi di avere il tempo per ragionarci sopra, senza contare l’evidente guadagno sotto ogni aspetto. Ragionando sulle modifiche non si hanno costi, ma credetemi in fase di realizzazione anche la minima variazione può portare effetti a cascata devastanti.

In questo periodo il Governo Italiano ha messo in piedi diversi sistemi d’incentivazione sia per le ristrutturazioni sia per gli ammodernamenti energetici, nonché per l’acquisto di mobili. In virtù di queste possibilità ci siamo attivati nell’offrire alla nostra clientela soluzioni chiavi in mano che riescano ad includere il massimo degli incentivi, come il rifacimento della cucina comprensivo dell’arredamento stesso, il rifacimento del bagno comprensivo di mobili, il rifacimento degli infissi con quelli a risparmio energetico e quant’altro per dare alla nostra clientela un servizio chiavi in mano, con costi e tempi certi, che gli faccia risparmiare tempo e denaro interloquendo per tutto con un unica realtà.

Nel nostro showroom saremo lieti di mostrarti le nostre soluzioni e fornirti un preventivo gratuito. Contattaci ora!

Oppure, lascia i tuoi dati ti ricontatteremo noi.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

“Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003”

Nuove Costruzioni ed Isolamento Sismico alla base

Nuove Costruzioni con Isolatori Elastomerici: come ottenere un isolamento sismico per difendersi da un terremoto ed un risparmio economico allo stesso tempo.    

La tecnica dell’isolamento sismico alla base rappresenta una delle tecniche innovative per il controllo strutturale e in particolare rientra tra i sistemi di controllo passivo per la protezione sismica delle strutture. Oggi, tale tecnica ha raggiunto livelli di affidabilità molto elevati e la dimostrazione di ciò deriva dall’ottimo comportamento delle strutture isolate, rimaste illese a seguito di eventi sismici anche violenti. Tale affidabilità è inoltre riconosciuta dalle attuali normative antisismiche che, oltre a consentirne l’utilizzo, forniscono specifici criteri progettuali.

isolamento sismico

Nella presente nota, la tecnica dell’isolamento alla base viene applicata ad un edifico in c.a. fortemente irregolare in pianta, adottando gli eurocodici come normativa di riferimento per la progettazione, così da apprezzarne le analogie e le differenze con la recentissima normativa sismica nazionale NTC 2008.

isolamento sismico
Il confronto con il medesimo edificio progettato a base fissa, consente di evidenziare i notevoli vantaggi che la tecnica dell’isolamento alla base permette di raggiungere nei riguardi della risposta sismica della struttura, con apprezzabili ricadute sui costi della struttura stessa.

L’Ospedale del Mare in Napoli: il record europeo dell’isolamento sismico

L’edificio oggetto di studio (Ospedale del Mare)  ha una pianta a geometria pressoché quadrata con lato pari a circa 150 m; l’edifico è isolato sismicamente alla base mediante 327 isolatori elastomerici ad elevato smorzamento. Le dimensioni dell’impalcato, l’assenza di giunti e il numero degli isolatori rendono la costruzione da “record” per lo meno europeo. In particolare il sistema strutturale è costituito da un telaio spaziale in c.a. con travi di piano di grande luce del tipo prevalentemente a spessore per le parti interne.

isolamento sismico

Detto sistema intelaiato presenta una notevole eccentricità di massa in elevazione ed in pianta dovuta alla forma particolare dell’edificio. La struttura è infatti costituita da due corpi a forma di “L” rispettivamente con 3 e 8 piani.

 

isolamento sismico

Il progetto dell’isolamento sismico è stato eseguito sulla base delle indicazioni normative della OPCM 3431 (2005) ed è stato ri-analizzato di recente secondo le prescrizioni del Decreto del Ministero delle Infrastrutture (2008). L’utilizzo del SIS comporta, nel caso in esame, diversi e significativi benefici rispetto ad una progettazione tradizionale. In particolare, si è stimata una riduzione dell’acciaio di armatura longitudinale pari a circa il 40% per le travi e le colonne. Inoltre, nella struttura su isolatori sismici sono eliminati i danni sia alle parti strutturali che alle parti non strutturali, compresi anche quelli indotti alle attrezzature medicali presenti ai vari livelli attraverso il rispetto dei requisiti prestazionali relativi allo stato limite di operatività.

Il beneficio economico di tale operazione e da ricercare nella riduzione dell’acciaio presente nelle strutture che se confrontato con i costi del sistema ad isolamento risulta quasi sempre conveniente e vantaggioso a favore di questi ultimi.

Quindi sembra essere l’uovo di colombo, sicurezza e risparmio a braccetto per il tuo progetto. Se stai per cominciare un nuovo fabbricato e vuoi un’idea del risparmio che otterresti utilizzando questo sistema contattaci e avrai una stima del beneficio.

Lascia i tuoi dati ti ricontatteremo noi.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

“Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003”